Distretto Scienza

L’Altovicentino è una delle aree originarie dell’industrializzazione italiana. Grazie alle risorse idriche, alle materie prime non solo tessili, ai savoir faire sedimentati in millenarie attività artigianali, all’intraprendenza di grandi capitani d’industria e di innumerevoli generazioni imprenditoriali, questa terra ha dato un contributo fondamentale a tutte le fasi della storia industriale italiana, dal medioevo ai nostri giorni. Approfondite ricerche storiche rivelano che Schio, con l’Altovicentino, nel corso del '500 era una delle aree manifatturiere più importanti d’Europa per affermarsi nel corso dell''800 come proto-distretto industriale tessile e trasformarsi, alla fine del ‘900, in un distretto industriale evoluto ad alto contenuto metalmeccanico, tecnologico e innovativo, costituito da una zona industriale di 4 milioni di mq e un tessuto imprenditoriale di circa 4.000 attività, di cui oltre 300 che, seppur di medio-piccole dimensioni, si sono distinte per l’eccellenza delle lavorazioni a livello nazionale e internazionale. Oggi si può parlare di Distretto della scienza e tecnologia per il ruolo determinante che ha svolto il territorio nel portare le aziende ai livelli attuali, aziende che condividono una cultura imprenditoriale e un futuro d’eccellenza.